Un confronto reale


Lo staff tecnico Global, in collaborazione con l’Ing. Francesco Paoletti e il Dipartimento di Energetica dell’Università di Firenze, ha effettuato un confronto reale.

Sono state costruite due identiche camere di prova, una riscaldata con radiatori di alluminio, la seconda con pannelli radianti con caratteristiche di dispersione pari a un edificio di 70 m2 in classe energetica B alimentate con uguali generatori di calore.

 

Disegni schemi impianti
Radiatori Pannelli radianti



Descrizione delle prove

I test si sono svolti dal 10 febbraio 2009 al 1 maggio 2009 eseguendo le
seguenti prove:
partenza da fermo, funzionamento continuo, funzionamento intermittente
su 2 fasce orarie, funzionamento intermittente su 3 fasce orarie.

 


Pompa di calore ad acqua/aria Rhoss modello THAEYT 107, con accumulo e circolatore primario. Massima temperatura in mandata 45░ C.

Nel sistema a pannelli radianti il termostato agisce sul circolatore secondario. Nel sistema a radiatori, a seconda del tipo di prove eseguite, agisce o sulla pompa primaria, o sulla valvola a tre vie deviatrice.

Sono state realizzate con tre pareti interne in cartongesso a doppia lastra con interposta lana di roccia; parete esterna in calcestruzzo armato con interposto foglio isolante; solaio in calcestruzzo armato, isolante e massetto; soffitto con doppia lastra di cartongesso ed interposta lana di roccia.

La regolazione della temperatura (20°C) è gestita in entrambe la camere con cronotermostato giornaliero e settimanale, programmabile su più intervalli di temperatura.

Le due stanze sono dotate di un sistema automatico di acquisizione dati. Ad intervalli di 5 minuti vengono memorizzati: temperatura interna alle camere, temperatura esterna, temperatura di mandata e ritorno acqua dei due impianti, consumo elettrico, potenza istantanea assorbita.
Homepage | Tipologie | Confronti | Risultati | Conclusioni | Soluzioni
Segnala questa pagina ad un amico Indietro Stampa